San Pietro 5 Stelle

MeetUp "Cittadini in MoVimento" – San Pietro Vernotico

IL M5S DEPOSITA LE PROPOSTE DI MODIFICA DELLA TARI

Nel pomeriggio di ieri si è riunita la I Commissione (Affari generali, risorse finanziarie, umane e strumentali) che si sta occupando di modificare il regolamento IUC (Tari, Tasi e IMU).
Inutile dire che noi, già l’altro ieri abbiamo provveduto a protocollare le proposte che già, a suo tempo, presentammo in Consiglio comunale lo scorso Marzo e che la maggioranza decise di bocciare, rinviando il tutto alla modifica del regolamento.
Di seguito le nostre proposte:

–RIDUZIONE TARI CENTRO STORICO
agevolazioni per le imprese che abbiano iniziato, trasferito o ampliato la loro attività nel 2019 anche per quelle che inizino, trasferiscano o amplino la loro attività nel centro storico cittadino per incentivare l’insediamento di imprese nel centro storico cittadino;

-RIDUZIONE TARI ADOZIONE RANDAGI
Un’altra proposta, corredata da apposita modifica al regolamento, riguarda la riduzione della Tari per chi adotta un randagio. Pensiamo infatti che il Comune spende ogni anno circa € 30.000,00 per il mantenimento dei randagi presso il canile comunale La spesa che l’Ente affronta per il mantenimento di ogni randagio è di circa 650 euro l’anno. Per questo abbiamo proposto una riduzione di 300 euro sulla Tari per chi adotta un randagio. Questo permetterebbe ai cani di essere adottati e trovare una famiglia, al Comune di ridurre e razionalizzare la spesa.

-RIDUZIONE TARI ISEE INFERIORE A 5 MILA EURO
Riduzione per I.S.E.E. fino a 5.000 euro: alle abitazioni occupate da nuclei familiari che risiedano o dimorino, e che abbiano un valore I.S.E.E. pari o inferiore a 5.000 euro, è prevista una riduzione dal pagamento della TA.RI. pari al 60% di entrambe le quote.Per ottenere le riduzioni tariffarie si dovrà allegare obbligatoriamente copia dell’attestazione I.S.E.E. valida e redatta con riferimento ai redditi dell’anno precedente all’anno d’imposta.

-RICALCOLO TARI DISTRIBUTORI DI CARBURANTE
Secondo il Regolamento comunale, i distributori di carburante, pagano per l’intera area, anche quella scoperta non soggetta a produrre rifiuti. A San Pietro alcuni arrivano a pagare fino a 5 mila euro, pur non avendo bar o altri accessi, e non producendo quasi per nulla rifiuti. Diverse sono state le segnalazioni da parte dei distributori che pare paghino sino a 10 volte rispetto ai distributori dei paesi vicini.
Per questo abbiamo riproposto, seguendo gli indirizzi generali di escludere dal tributo “le aree scoperte non utilizzate né utilizzabili perché impraticabili o escluse dall’uso con recinzione
visibile; le aree visibilmente adibite in via esclusiva all’accesso e all’uscita dei veicoli dall’area di servizio e dal lavaggio”. Restano comunque sono soggetti al tributo: “i distributori di carburante per i locali adibiti a magazzini e uffici, nonché l’area della proiezione in piano della pensilina ovvero, in mancanza, la superficie convenzionale calcolata sulla base di venti metri quadrati per colonnina di erogazione.”

Lascia un commento

Ricevi tutte le news

Ricevi i nuovi articoli via email:

Effettua una donazione

Il prossimo Consiglio Comunale

Archivi

Copyright © 2021 San Pietro 5 Stelle