San Pietro 5 Stelle

MeetUp "Cittadini in MoVimento" – San Pietro Vernotico

Servizi sociali e dintorni. Come sono andate le cose su Erga Omnes?

Sulla vicenda Erga Omnes occorre fare chiarezza. Per questo dopo aver presentato un’interrogazione all’Assessore Giannone, ed in attesa di una risposta, unitamente ai Consiglieri di opposizione Alessandra Cursi, Piero Solazzo, Salvatore Mariano e Valentina Carella abbiamo chiesto alla Guarda di Finanza, al Prefetto di fare luce su quanto accaduto.
La struttura Erga Omnes ospita due servizi differenti: Centro di Integrazione e Intercultura e Casa di Accoglienza Notturna per persone senza fissa dimora.

Lo scorso Ottobre scadeva l’affidamento di entrambi i servizi e l’Amministrazione avrebbe dovuto predisporre un bando per un nuovo affidamento. Come spesso accade però, questa Amministrazione fatica ad essere operativa e, non riuscendo a predisporre il bando in tempo utile, è costretta ad effettuare una proroga di sei mesi, per avere il tempo necessario di predisporre la nuova gara.

Purtroppo però, nonostante i sei mesi di tempo, nessun atto viene prodotto, tanto che alla scadenza, si procedeva con l’ ulteriore proroga di un mese.
Finalmente il 12 Aprile l’Amministrazione pubblica il bando di gara, ma anche qui qualcosa non va nel verso giusto: la Cooperatica Sociale C.A.P.S., il 24 Aprile 2019, presentava delle osservazioni lamentando l’illegittimità del bando, in quanto violava il Codice dei Contratti.
Per questo il Comune di San Pietro è stato costretto a ritornare sui suoi passi, revocando il bando di gara e procedendo all’ennesima proroga, sino al 31 Luglio.

Nel frattempo si ritenta con un nuovo bando di gara (questa volta a procedura aperta), ma anche questo viola il Codice dei Contratti, tanto che a presentarsi è una solo Cooperativa. Anche questo bando però non ottiene i risultati sperati:
-per il Centro Interculturale non si è potuto procedere all’affidamento in quanto l’offerta presentata dall’unica Cooperativa che ha partecipato al bando non rispettava i requisiti minimi essenziali;
-per il Centro di Accoglienza Notturna accade di peggio: a causa di ulteriori ritardi, il 5 Agosto il servizio veniva affidato attraverso la “somma urgenza”.

Anche gli atti con cui è stato affidato il servizio risultano incompleti e poco chiari: la nota richiamata per poter effettuare l’affidamento risulta prima del relativo numero di protocollo e quando personalmente ho provato ad accedere al procollo per cercare la suddetta nota, mi è stato impedito pur avendo tutte le autorizzazioni del caso.

Non si comprende il perché, nonostante la somma urgenza, si siano attesi 5 giorni (5 agosto) prima di procedere all’affidamento (provocando l’interruzione del servizio per 5 giorni). Gli ospiti senza fissa dimora della struttura, sono finiti in mezzo ad una strada?

Per questo abbiamo chiesto agli organi competenti di valutare la legittimità delle proroghe, l’esistenza della documentazione citata a supporto dell’affidamento (di cui non si ha traccia) e la corretta procedura concernente l’iter di affidamento del servizio.

Selena Nobile

Lascia un commento

Ricevi tutte le news

Ricevi i nuovi articoli via email:

Effettua una donazione

Il prossimo Consiglio Comunale

Archivi

Copyright © 2021 San Pietro 5 Stelle