San Pietro 5 Stelle

MeetUp "Cittadini in MoVimento" – San Pietro Vernotico

Di Giuseppe Carrozzo, docente di strumento musicale e musicista professionista.

Lamentiamo ormai da settimane che ci sono innumerevoli servizi che a San Pietro Vernotico non sono mai stati attivati, tra questi quelli inerenti al settore musicale, in tutte le sue sfaccettature.

Si tratta di servizi che invece, in alcuni paesi limitrofi, esistono da anni e che in alcune realtà sono un punto di riferimento, se non addirittura motivo d’orgoglio, per tutta la comunità.

Pensando alla scuola, in diversi istituti l’insegnamento dello strumento musicale, è un’attività diversa e distinta dalla materia di educazione musicale; si tratta di una vera e propria materia curriculare al pari di matematica, lingue straniere, storia e geografia. La lezione si svolge, in modo individuale o collettivo, nelle ore pomeridiane.

Spesso, mio malgrado, tale insegnamento è confuso come un mero progetto di musica.

Occorre fare, seppur brevemente, chiarezza su questa materia a molti sconosciuta.

L’insegnamento di uno strumento musicale nella scuola media prende il via, in forma di sperimentazione, in tutto il territorio italiano, negli ultimi anni ’70.

I primi due passi che sanciscono e regolamentano lo studio dello strumento musicale e che permettono l’apertura di nuovi corsi in via sperimentale, sono costituiti da due decreti ministeriali: il primo del 1979 ed il secondo del 1996.

E’ solo con la Legge n.124 del 3 maggio 1999 che vengono ricondotti ad ordinamento i corsi ad indirizzo musicale, facendo così diventare l’insegnamento di strumento nella scuola media, una materia curriculare a tutti gli effetti. Successivamente, con il D.M. 6 agosto 1999 n. 201 viene istituita apposita classe di concorso (A077).

Ma come si può attivare l’indirizzo musicale?
Occorre che questo sia richiesto dalla scuola, con l’ausilio di un intendente comunale, tramite ufficio regionale scolastico, come integrazione della materia di educazione musicale.

Attivando tale corso, le famiglie agiate e quelle meno agiate, hanno la possibilità di far studiare in maniera totalmente gratuita ai propri figli uno strumento musicale, studiando tanto la teoria quanto la pratica. Gli studenti hanno inoltre, la possibilità di partecipare a concorsi musicali in ambito nazionale ed internazionale, con conseguente visibilità del paese. In aggiunta, si può creare un gemellaggio con istituti scolastici di altri paesi e collaborare in progetti e scambi culturali.

 

Altro progetto importante riguarda l’apertura di una scuola comunale di musica, ove attivare vari corsi di canto, di strumento, ma anche di teatro ed altre discipline, e creare sale prove per band del paese e zone limitrofe.

 

Ulteriori punti di forza del nostro programma sono:

  • valorizzazione delle feste e manifestazioni che sono tradizione per il nostro paese;
  • organizzazione di feste rionali con sagre e musica per dar vita al centro storico e alle periferie;
  • realizzazione di festival musicali di livello nazionale ed internazionale inerenti il jazz, pop, rock;
  • organizzazione di concerti di artisti locali ma anche di fama nazionale ed internazionale.

Importante è l’interazione con le varie associazioni musicali e culturali del nostro territorio per organizzare i vari eventi non solo nel paese ma anche nella marina.

 

Data la situazione di dissesto delle casse comunali, gli eventi potranno essere organizzati grazie al reperimento di fondi nazionali ed europei destinati al settore cultura e spettacolo e lavorando, soprattutto, attraverso un contatto diretto con band e organizzazioni varie.

 

La valorizzazione della cultura e dello spettacolo darebbe lustro al nostro paese e comporterebbe una crescita economica dello stesso, con coinvolgimento di esercizi commerciali, bar, ristoranti, B&B.

In conseguenza di ciò il nostro paese tornerebbe ad avere VITA ed i nostri figli non sarebbero più costretti ad andare fuori per “cercare qualcosa da fare la sera” .

Il paese avrebbe visibilità e richiamerebbe turisti e gente dalle zone limitrofe.
Pertanto si potrebbe ipotizzare la creazione di apposite zone di parcheggio in differenti aree del paese offrendo, eventualmente, un servizio navetta.
Si potrebbero inoltre istituire associazioni destinate ad occuparsi di booking e pubblicità con il fine di promuovere i vari eventi.

 

E’ dunque evidente, che la valorizzazione della musica e dello spettacolo in genere, possono contribuire non solo alla crescita del singolo individuo ma di tutta la comunità, comportando per tutti innumerevoli benefici.

Liberi di SCEGLIERE, liberi di CAMBIARE.

Ricevi tutte le news

Ricevi i nuovi articoli via email:

Effettua una donazione

Il prossimo Consiglio Comunale

Archivi

Copyright © 2021 San Pietro 5 Stelle